Responsabile della produzione esterna

Attività: il responsabile della produzione esterna è colui che coordina e segue direttamente la qualità di tutto ciò che viene commissionato all’esterno dell’azienda, in laboratori o altre imprese, garantendo la qualità dei capi e il rispetto dei tempi. Deve organizzare la preparazione e l’invio del materiale e delle schede di realizzazione dei prodotti ai terzisti (quelle aziende o laboratori che realizzano i capi di abbigliamento per l’azienda committente); ricevere i prodotti realizzati e, infine, curarne il controllo di qualità, la sfilettatura e la preparazione finale. Tiene i rapporti con i terzisti di cui conosce le potenzialità e i limiti, scegliendo al meglio la distribuzione all’esterno delle diverse realizzazioni, da alcune fasi all’intero capo. È una figura professionale che si avvicina molto a quella del responsabile della programmazione, per tutti i suoi aspetti organizzativi.

Conoscenze necessarie: deve possedere predisposizione all’organizzazione razionale del lavoro e per obiettivi, oltre a competenze gestionali e organizzative (per l’organizzazione delle risorse umane e per i numerosi rapporti che ha con i laboratori esterni). Deve, inoltre, essere molto preciso, ordinato e tenace. I suoi punti di forza sono la conoscenza del processo produttivo nei suoi aspetti più tecnici e la capacità sartoriale. Ha rapporti diretti con il responsabile della programmazione che decide i lanci produttivi; con i responsabili di magazzino per l’approvvigionamento della produzione; con il modellista e l’uomo prodotto per risolvere insieme i problemi di realizzazione.

Tendenza del mercato: data la tendenza crescente all’esternalizzazione e all’internalizzazione della produzione, questo ruolo è sempre più diffuso e richiesto dalle aziende.

Scritto da Anna Sartea
Venerdì 03 Luglio 2009 10:33